A tutti gli iscritti,

di seguito la lettera del presidente Anfedipol su Statuto e lancio della prima assemblea nazionale.

Vi ricordiamo che lo statuto è disponibile nella sezione del sito  Collegamenti - Documenti - Statuto  oppure cliccando (QUI).

 Inoltre teniamo anche a ricordarvi che è disponibile a tutti gli iscritti Anfedipol l'accesso gratuito alla sezione Agorà dove è possibile scambiarsi idee e pareri, oltre che porre domande ai membri del direttivo.


Carissimi Iscritti,
Vi comunico che sul sito Anfedipol.it, è stato pubblicato lo Statuto dell’associazione.

Appena l’emergenza in atto sarà passata e torneremo alla normalità con la possibilità di poterci incontrare, vi anticipo l’assoluta volontà, da parte di tutto il Direttivo, oltre la necessità, di convocare la prima assemblea nazionale Anfedipol.

Intanto, in questo periodo, sarà utile far pervenire suggerimenti e proposte sia su questioni che potremo affrontare, sia su eventuali modifiche o correzioni dello stesso statuto. Intanto al più presto, confrontandoci con il direttivo, faremo pervenire il regolamento per la partecipazione all’assemblea.

In quella occasione infatti, la prima assemblea nazionale, si potranno proporre eventuali modifiche allo statuto, saranno rinnovate tutte le cariche nazionali, Direttivo e Presidente. Cercheremo inoltre di darci una organizzazione con strutture periferiche. 

Analizzeremo e cercheremo di migliorare il nostro rapporto federativo con la F.S.P. per poi poterlo ratificare o meno.

Intanto, prendete visione dello statuto e, ove possibile, cominciamo a confrontarci per eventuali suggerimenti. Per restare con più certezza tra di Noi, consiglio a tutti di utilizzare Agorà.

Come sapete l’amministrazione ha fatto sapere che intende accelerare i lavori per la definizione dei nuovi posti di funzione. Da quanto ci è dato sapere, come vi ho anticipato nella nota pubblicata sul sito, le cose non dovrebbero risultare negative per le nostre posizioni.

Se vogliamo dimostrare che non abbiamo intenzione di mollare questa è una delle prossime e future battaglie che dimostreranno che ci siamo e che combatteremo per ottenere tutto quello che ci spetta. Per Noi, Il pallino fisso resta l’unificazione in un unico ruolo ordinario che, annulli di fatto, l’obrobrio posto nei limiti per la progressione in carriera, è naturale che ci riferiamo ad una progressione a parità di titoli.

Non appena avremo la sensazione che si potranno nuovamente fare incontri, abbiamo intenzione di chiederne uno con il Capo al quale vorremmo chiedere come intende Lui cercare di darci quel minimo di ristoro che ancora non siamo riusciti ad intravedere in tutte le questioni che ci hanno riguardato.

Come già abbiamo anticipato nella nota inviata al capo, in merito all’art. 54, ove nelle premesse abbiamo indicato il persistere del nostro disagio, vogliamo avviare un confronto teso a capire, come l’amministrazione, che nelle intenzioni e nelle dichiarazioni continua ad indicarci come l’unico problema irrisolto, intenda poter risolvere la nostra questione che riguarda il tempo perduto che ha così fortemente inciso in negativo sulle nostre carriere e quindi sui nostri stipendi e sulle nostre pensioni.

Inoltre, e per giunta, i nostri parametri e le nostre indennità di funzioni,  sono rimaste nella stessa posizione pré riordino e cioè a quando i Commissari esistevano solo sulla carta, queste qualifiche non le rivestiva nessuno, erano perfettamente vuote, oggi i Commissari esistono e siamo Noi e proprio per questo, visto che nel riordino e nei successivi correttivi, Noi che non siamo stati interessati da nessun correttivo o forse meglio dire da niente, ci aspettiamo in un immediato futuro, di poter essere oggetto di una particolare attenzione. 

Da Lui, dal Capo, vorremmo sapere come intende venirci incontro e se la soluzione sarà indicata da Lui, sapremo di non poter sbagliare. Diversamente prenderemo atto e stabiliremo come doverci comportare. 

In questa prima assemblea di sicuro c’è spazio per tutti, chiunque può scegliere di arrivare al livello di rappresentatività che pensa di riuscire ad esprimere, a partire da quella di presidente della futura Anfedipol. Spero solo che, grazie alle nostre attività, a quanto abbiamo fatto ed abbiamo in mente di fare, che non nascano altri comitati e gruppi vari sui quali non intendo comunque commentare. 

Per ogni eventuale ulteriore chiarimento o informazione, cerchiamo di utilizzare agorà.
Vi ringrazio anticipatamente per la partecipazione e vi rimando ai prossimi comunicati che ci avvieranno, spero il prima possibile, verso questa prima assemblea.


Cecina 22 Aprile 2020


gbarrrella