Il Consiglio Direttivo Anfedipol comunica che, nel corso dell'ultima riunione romana, in presenza, si è deciso di dare vita a un nuovo corso, caratterizzato, fra l'altro, da una serie di iniziative tese a valorizzare le funzioni, a rimuovere le discriminazioni e a favorire la progressione di carriera, di cui prossimamente si darà ampio risalto e illustrazione. Nella circostanza, Il presidente, Gaetano Barrella, allo scopo di facilitare il ricambio generazionale e di dare risalto a chi è ancora in servizio, che possa meglio interloquire con maggiore impulso e vicinanza nei confronti dei colleghi, ha rassegnato le proprie dimissioni e ha proposto, in accordo coi presenti, di nominare, quale presidente, Marco Sterpetti. Questi, interpellato in merito, per spirito di servizio, conscio della necessità di Anfedipol di avere una guida, ha accettato l'incarico. Preso atto della determinazione di Gaetano, che resta con noi nel Consiglio Direttivo della creatura da lui ideata e costituita, abbiamo pensato a Marco, non solo e non tanto perché è un cinquantenne ricco di energie, di motivazioni e di prospettive, bensì per le sue doti di equilibrio e tenacia, di elevata preparazione e di specchiata onestà intellettuale: un modello di funzionario che vive e percepisce la guida e la conduzione di uomini liberi e uguali come una responsabilità e un servizio, piuttosto che come privilegio vanaglorioso, sulla scia del solido esempio di Gaetano. Auguri a Marco, per quello che è chiamato a dare, in forma nuova, e a tutti noi che lo accompagneremo nel percorso.